Ciclo idrico

UN LABORATORIO ANALISI AZIENDALE D'ECCELLENZA

L’Azienda Multiservizi Casalese S.p.A. da diversi anni oramai è fortemente impegnata in un processo di costante crescita e miglioramento. Dal 1999 il Sistema di Gestione Aziendale ha ottenuto e mantiene la Certificazione di Qualità in conformità ai requisiti della norma UNI EN ISO 9001; tale Sistema stabilisce l’organizzazione delle attività e delle regole interne applicate dall’azienda per fornire i prodotti ed il servizio ai clienti. Da ottobre 2005 l'Azienda ha ottenuto e mantiene la Certificazione del Sistema di Gestione Ambientale in conformità ai requisiti della norma UNI EN ISO 14001, con l’integrazione nel Sistema di Gestione delle pratiche a protezione dell’ambiente, al fine di prevenire l’inquinamento (ad esempio nel laboratorio con il corretto smaltimento delle piastre di coltura e degli scarti delle analisi),ridurre e gestire correttamente i rifiuti, diminuire i consumi di energia e dei materiali.

Nel 2020 L’Azienda ha presentato ad ACCREDIA l’istanza per ottenere l’accreditamento del Laboratorio analisi aziendale ai sensi della UNI EN 17025, che consentirà di accreditare il metodo di analisi su alcuni parametri caratteristici nel controllo delle acque potabili, come richiesto dalla Normativa Nazionale (DM 14/06/2017) nel recepimento della Direttiva UE 2015/1787 (che modifica la direttiva 98/83/CE).

AMC, anziché esternalizzare le analisi da “accreditare”, presso fornitori esterni ha scelto di investire nelle risorse aziendali (personale, attrezzature e ambienti) per conseguire l’accreditamento del laboratorio, che è un processo tramite il quale un ente di terza parte indipendente e autorevole (ACCREDIA) stabilisce, ai sensi di norme riconosciute ed applicabili, l'imparzialità e la competenza tecnica del personale aziendale e la disponibilità di tutte le risorse (attrezzature e locali) tali da garantire dati e risultati che siano accurati e affidabili per specifiche prove e misurazioni.

Nel corso del 2021 verrà realizzato un nuovo laboratorio analisi presso la sede aziendale, che consentirà di spostare l’esistente in una struttura molto più ampia, passando dagli odierni 80mq a 250 mq, consentendo di suddividere al meglio le diverse zona di analisi del laboratorio e rinnovare le strumentazioni acquistando:  un HPIC Cromatografo ionico ad alte prestazioni, un ICP-MS spettrometro di massa a plasma accoppiato induttivamente, un GC-MS Gascromatografo accoppiato con spettrometro di massa, un HPLC cromatografo liquido ad alte prestazioni  accoppiato a spettrometro di massa (triplo quadrupolo).

Un’acqua è definita potabile quando non contiene microrganismi e parassiti né altre sostanze, in quantità o concentrazioni tali da rappresentare un potenziale pericolo per la salute umana. I valori di riferimento, normati a livello Nazionale, sono derivati su scala internazionale (in primo luogo dall’Organizzazione Mondiale della Sanità) per ogni potenziale contaminante in modo tale da assicurare alla popolazione un consumo sicuro dell’acqua nell’intero arco di una vita, tenendo conto anche delle fasce deboli come i soggetti in età infantile.

Il rispetto degli standard di qualità dell’acqua destinata al consumo umano è garantito con l’attuazione di un sistema di monitoraggio sull’intera filiera, con controlli interni affidati ai Gestori e controlli esterni a carico delle autorità sanitarie presenti sul territorio sotto il controllo regionale e nazionale. I controlli interni, effettuati dal Gestore del servizio idrico, sono effettuati sulla base di un programma di monitoraggio annuale elaborato sulla base di un’analisi dei rischi del sistema idrico e finalizzato ad effettuare tutte le verifiche necessarie a garantire il rispetto della conformità dell'acqua ai requisiti di Legge (D.Lgs 31/01) lungo tutta la filiera. I controlli esterni sono effettuati dall'Azienda Sanitaria Locale territorialmente competente, che è responsabile della verifica sulle acque destinate al consumo umano dei requisiti di legge, attraverso programmi di controllo regionali che prevedono l'ispezione degli impianti e il prelievo di campioni.

A garanzia della qualità e della sicurezza dell’acqua che esce dal nostro rubinetto, il laboratorio analisi interno aziendale (presso la sede dell’AMC) effettua regolarmente i controlli  interni analizzando parametri microbiologici e chimici come Batteri Coliformi, Enterococchi, Escherichia coli, Ferro, Manganese, Nitrato, Nitrito, Cloruro, Nichel, Piombo, Antiparassitari (Erbicidi),ecc… Tali controlli sono effettuati lungo tutta la filiera dal pozzo, all’impianto di trattamento e lungo la rete di distribuzione. Nell’anno 2019 ad esempio sono stati prelevati 1.853 campioni di acqua potabile sui quali sono state effettuate 34.243 analisi.