Ciclo idrico

INVESTIMENTI NEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

Il servizio Idrico Integrato (che comprende i servizi acquedotto, fognatura e depurazione) nei 16 Comuni Soci è stato affidato a partire dal 2004 e sino al 31/12/2023 con una specifica convenzione tra l’Autorità di Ambito Territoriale Ottimale n°2 ed AMC. Tale Convenzione regola il servizio e recepisce i contenuti e le linee guida del Piano d’Ambito, indicando in particolare gli standard di qualità, le prestazioni di servizio da garantire, gli investimenti da realizzare, il costo del servizio e i relativi piani tariffari.

AMC in qualità di Gestore sul territorio è chiamata a fornire il servizio al cittadino, compito caratterizzato da molteplicità di attività:
•    prelevare, potabilizzare, gestire la rete acquedottistica e distribuire l’acqua ad uso idropotabile;
•    gestire la rete di fognatura ed i sollevamenti fognari;
•    gestire gli impianti di depurazione delle acque reflue;
•    monitorare la qualità dell’acqua potabile distribuita ai cittadini e la qualità dell’acqua depurata e restituita all’ambiente, affinché siano garantiti il rispetto delle normative vigenti;
•    eseguire attività amministrative quali: stipula, modifica e cessazione dei contratti, misurazione e registrazione dell’acqua erogata e delle prestazioni effettuate, fatturazione e riscossione delle tariffe.
Quanto sopra comporta eseguire continuativamente investimenti sul territorio per il rinnovo e sviluppo di impianti, reti e garantire gli standard di qualità e prestazione richieste dalle Norme vigenti e dagli Enti di controllo.

Nel corso del periodo di affidamento (dal 2004 al 2019) sono stati eseguiti da AMC investimenti sul territorio di gestione per circa 30 Milioni di euro.

In alcuni casi hanno riguardato grossi investimenti infrastrutturali quali ad esempio:
•    il potenziamento del Campo Pozzi di Terranova con la realizzazione di un impianto in grado di funzionare anche in caso di alluvioni
•    la realizzazione di una nuova condotta di adduzione alla città di Casale in subalveo al fiume Po
•    il collegamento con il Consorzio Acquedotto dei Comuni del Monferrato per garantire il mutuo soccorso degli acquedotti in caso di eventi calamitosi
In altri casi hanno riguardato l’ammodernamento degli impianti realizzati negli anni ’90 con:
•    l’efficientamento energetico degli impianti acquedotto di Frassineto e Piardarossa
•    la realizzazione di un impianto fotovoltaico al campo pozzi Terranova per l’autoconsumo di Energia Elettrica.
Contemporaneamente sono stati sostituiti complessivamente oltre 60 km di rete acquedotto che risultavano vetuste o oggetto di frequenti interventi per perdite di rete, portando così le perdite di rete dal 37% al 21,5% ( considerato che la media nazionale al 2018 si attesta al 41%)

Per l’ultimo quadriennio dell’affidamento (2020-2023) sono previsti quasi 6.000.000 € che riguarderanno sinteticamente:
•    la sostituzione di reti acquedotto e fognatura obsolete nei Comuni gestiti
•    l’efficientamento energetico e funzionale del depuratore di Casale
•    il completamento dei nuovi approvvigionamenti idrici comunali di Costanzana, Stroppiana e Pertengo
•    l’adeguamento del Laboratorio analisi acque potabili per l’ottenimento e mantenimento dell’Accreditamento